Tè Wulong
Specialità Cinese, del Fujian e del Guangdong, e Taiwanese. Ne esistono vari tipi molto differenti tra loro, sia per il periodo di raccolta, primavera o autunno, sia per il tipo di ossidazione dal 15 all’80%, dalla durata della cottura, modo di arrotolare la foglia
Appassimento:le foglie più carnose vengono esposte al sole o in zone coperte dove circola l’aria per 1-4 ore, dopo di che vengono poste in una zona fresca e umida, questa operazione viene ripetuta per un paio di volte per ammorbidirle.
Ossidazione: è un processo molto delicato durante il quale iniziano a formarsi le sostanze aromatiche, una leggera ossidazione darà tè con note floreali e fresche, una ossidazione prolungata darà luogo ad aromi tipo corteccia, cacao frutta secca. Questo passaggio deve avvenire in un ambiente in cui la temperatura e l’umidità siano costanti, 22-25° 85%. L’ossidazione degli Wulong è delicata ed avviene progressivamente mentre le foglie vengono mescolate manualmente su ceste di vimini, la struttura dei bordi si rompe ed inizia l’ossidazione enzimatica che ha come primo effetto il cambio di colore della foglia che vira verso il rosso. Arrivate al momento giusto di morbidezza della foglia e bouquet desiderato si passerà alla cottura.
Cottura: le foglie vengono poste in tegami o contenitori cilindrici a circa 200° a volte si arriva a 260°, per circa 30 sec – 5 min , a questo punto le foglie diventate morbidissime sono pronte per essere rollate.
Arrotolamento ed essiccazione : durante questo procedimento si sprigionano gli oli essenziali che determineranno le note caratteristiche del tè. Possono essere arricciate, attorcigliate, appallottolate e quindi seccate ad una temperatura di 100° per circa 20 min , in ceste di bamboo, wok o contenitori cilindrici.