Unforgettable

Utensili preparazione tè

Quante volte siamo andati alla ricerca di un particolare cibo o di un sapore, legato ad un ricordo? Quante volte abbiamo giocato a riconoscere un vino ad occhi chiusi e abbiamo indovinato al primo colpo?

Per quanto mi riguarda tantissime volte; è come se nella mia mente ci sia uno spazio dedicato esclusivamente alle mie esperienze gastronomiche. La cosidetta memoria gustativa mi accompagna da sempre, e mi ha aiutata tante volte, soprattutto nel mio lavoro di selezionatore di tè. E’ un’attitudine che vi consiglio di coltivare, perchè rende il momento del mangiare e del bere unico e consapevole.

Concentriamoci ora sulla nostra tazza e ditemi, secondo voi cosa rende un tè unico e indimenticabile?

Tra i tanti fattori, uno è fondamentale, il terroir.

E’ un termine che si utilizza anche quando si parla di vino, è un concetto molto ampio, secondo me bellissimo, perchè comprende tutti quei fattori ambientali e sociali che caratterizzano ogni singolo tè e lo rendono un qualcosa di inconfondibile, un ricordo che conserveremo nel nostro cassetto della memoria gustativa e farà capolino ogni volta che lo gusteremo, anche a distanza di anni.

Secondo le definizioni canoniche, parliamo di terroir quando un determinato tè si identifica con la zona in cui è prodotto

Questo perchè, si tengono in considerazione: la composizione del suolo, i micro-organismi e la fauna che lo popolano, la flora circostante, il clima e il micro-clima e l’influenza dell’uomo su quel territorio.

In più potremmo aggiungere che i tè di alta qualità, i mono origine (o, come si usa definirli oggi, specialty teas) si distinguono da quelli industriali, in vendita nella grande distribuzione, soprattutto per

  •  i metodi di coltivazione delle piante e per la lavorazione delle foglie, ancora tradizionali; metodi che vengono tramandati da generazioni e che spesso, soprattutto in Cina, rimangono segreti agli occhi dei tanti. Turisti, curiosi e studiosi che ogni anno varcano i cancelli di queste aziende, a volte disperse tra le montagne. Questi tè seguono ogni anno degli step di lavorazione identici e codificati; solo le foglie migliori vengono selezionate e vendute, queste devono essere intere, avere una loro forma e un loro aroma caratteristico e distintivo, ma con delle sfumature che di anno in anno possono cambiare, proprio perché è la natura che decide come sarà il raccolto dell’anno e non l’uomo.

 

Se questo argomento vi appassiona, provate ad annotare su un quaderno, i sentori delle foglie secche, poi bagnate e l’aroma del liquore ancora caldo, il gusto sul palato e cosa vi lascia in bocca e per quanto tempo. Questo semplice esercizio vi aiuterà a creare un vostro personale archivio dei sapori.

Per qualsiasi domanda scrivetemi sulla chat del nostro account instagram

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su pinterest

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma lei ha il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti un’esperienza migliore.